“Immagino che l’inferno sia composto da: puntualità italiana, umorismo tedesco e vino inglese.” – Peter Ustinov

Cari Signore e Signori,

lo sapevate che se chiedete a dieci italiani diversi di spiegare “chi sono”, otterrete dieci risposte diverse? Poiché l’Italia è la diversità. È un bellissimo paese composto da molte regioni e province diverse, ognuna con il proprio dialetto, la propria cultura e la propria storia. Gli Italiani sanno che molti stereotipi associati a loro non solo sono ingiusti, ma talvolta perfino sbagliati. Soprattuto perché l’Italia è intrisa di contraddizioni!

Per esempio, ci sono le famose differenze interregionali tra Nord e Sud, Milano e Roma che diventano ancora più accentuate durante le partite di calcio. Ma allo stesso tempo, tutti gli italiani tifano la Squadra Azzurra, e quando si gioca la Coppa del Mondo, le antipatie interregionali svaniscono. Temporaneamente.

Questo per dire che nonostante alcuni stereotipi associati all’Italia e agli italiani siano veri, essere un italiano significa molto di più. Vediamo…

Tutti gli italiani girano in Vespa

Che carini! Sicuramente la Vespa è il motorino italiano più conosciuto al mondo. Non a caso, la Vespa è diventata uno dei simboli dell’Italia a livello globale. Eppure, non tutti gli italiani girano in Vespa!

L’Italia è un paese ben organizzato come qualsiasi altro paese dell’Europa Occidentale

Insomma… Roma antica avrà rimodellato la mappa socio-culturale dell’Europa Occidentale, ma oggi Roma-città è più caotica del caos stesso. L’Italia sarà un’opera d’arte ricca di storia, atmosfera glamour e di mentalità slow life, ma nulla in Italia è ben organizzato o facilmente accessibile. Gli Italiani lo sanno bene. Mentre i turisti talvolta rimangono di stucco. Facciamo qualche esempio?

Primo, quando vedono gli italiani saltare la coda al bar per essere serviti prima degli altri.

Secondo, quando scoprono che spesso i treni non arrivano in orario – se va bene, il ritardo è di pochi minuti; se va male, anche di un’ora. Onestamente, nutro dei seri dubbi sul fatto che una tendenza simile possa verificarsi regolarmente in qualsiasi altro paese dell’Europa Occidentale. Chissà, forse è proprio qui che nasce lo stereotipo della puntualità italiana.

Terzo, quando capiscono che è impossibile fermare un taxi per strada: uno dovrebbe prenotarlo o prenderlo dal posteggio dei taxi.

Quarto, quando si impegnano a mantenere la calma presso gli uffici pubblici, mentre i dipendenti statali prima di dare qualsiasi informazione richiesta si mettono a ricontrollare i dati (che dovrebbero sapere a memoria, come, per esempio se uno stato fa la parte dell’UE), fare diverse telefonate e consultare i colleghi… per poi indirizzare la persona ad un altro ufficio pubblico dicendo che il servizio richiesto non è di loro competenza!

E Dio gli aiuti di non finire mai in un tribunale italiano: mediamente, per chiudere un caso ci vogliano circa dieci anni. Nei casi peggiori, uno potrebbe anche morire di vecchiaia aspettando la sentenza definitiva… Niente panico: è una “slow life” dopo tutto!

Ma c’è una buona notizia! La burocrazia lenta e stressante dell’Italia ha reso gli italiani sempre più intraprendenti e creativi. Con tutto il rispetto, difficilmente altri popoli dell’Europa Occidentale possono vantarsi della genialità italiana!

Tutti gli italiani sono abitualmente in ritardo

La puntualità italiana è famosa in tutto il mondo. Eppure, questo stereotipo non potrebbe essere più fuorviante.

Mentre è vero che in Italia vige la mentalità di slow life e tutto accade con i propri tempi, lo stereotipo della puntualità italiana non ha nulla a che vedere con gli appuntamenti di lavoro o degli affari. Soprattutto nel Nord! Tuttavia, i treni sono abitualmente in ritardo anche nella parte settentrionale della penisola, per cui…

Per quanto riguarda le cene tra amici e vari appuntamenti personali, la famosa puntualità italiana varia da persona a persona: c’è chi è abitualmente in ritardo, c’è chi è estremamente puntuale.

Ma a differenza di qualsiasi altro Paese dell’Europa Occidentale, dove la tendenza di essere abitualmente in ritardo viene percepita in modo estremamente negativo, in Italia viene giustificata della slow life (in aggiunta a slow food).

Tutti gli italiani parlano inglese

Non proprio… La stragrande maggioranza degli italiani non parla (fluentemente) né l’inglese né qualsiasi altra lingua straniera. Probabilmente questo è dovuto al sistema educativo italiano e alla mentalità di slow life. O forse, al fatto che nessun’altra lingua è ugualmente gradita al musicale orecchio italiano… O, perché gli italiani preferiscono il body language!

Il fatto è: con o senza approfondite conoscenze linguistiche, gli Italiani si fanno capire! Sempre.

Gli italiani sono molto rumorosi

Vero! Gli italiani parlano a voce alta sia in privato che in pubblico ! Non importa se siano sull’autobus, se camminino per strada, se parlino al telefono o in ufficio. Naturalmente, il parlare forte comprende anche la gesticolazione!

Inoltre, chissà perché gli italiani sono piuttosto convinti di farsi capire meglio parlando l’italiano a voce sempre più alta con persone che non lo parlano affatto.

Ai turisti inesperti gli italiani spesso appaiono come dei sordi o come dei matti, ma presto capiscono che sono così e basta! Passionali, espressivi, creativi e pieni di energia! Uno dei popoli più fantastici in tutta l’Europa Occidentale!

Mi è sfuggito qualcosa? Completate!

real, people, girl, love, sex